top of page

BLOG

Jeans: una storia d'amore infinita

Il tessuto jeans è originario dalla Repubblica Marinara di Genova. Il termine Jeans (o Blue Jeans) si ritiene che derivi direttamente dalle parole in lingua francese “Bleu de Gênes” ovvero “Blu di Genova” in italiano. Un tempo, in tutto il mondo antico, si usava dare ai tessuti il nome del luogo di produzione. Il fatto che il taglio tipico del jeans a 5 tasche sia stato realizzato largamente ed abbia avuto successo con il tessuto denim, ha portato alla confusione dei concetti: il termine denim indica il tessuto, e non necessariamente di colore blu; il termine jeans identifica il taglio dei pantaloni, a prescindere dal tessuto impiegato.



Il jeans nasce come robusto pantalone da lavoro. Nell'800 Levi Strauss insieme a Jacob Davis creano i famosi "blue jeans". Con il passare del tempo per la Beat Generation e in particolare per l'artista Jack Kerouac diventano simbolo di ribellione e dell'anticonformismo. A partire dagli anni '90 diventerà un capo da portare in ogni occasione creando capi con applicazioni, strass e lavaggi particolari.

La nostra azienda di produzione di abbigliamento è specializzata nello sviluppo dei jeans più disparati tra loro. I modelli di jeans più famosi e che produciamo continuamente sono:

  • SKINNY JEANS: Decisamente i più aderenti tra tutti i modelli in commercio. Seguono perfettamente le forme e avvolgono gambe e glutei come fossero una seconda pelle.

  • SLIM FIT: I Jeans Slim Fit sono aderenti, seguono le forme sino al polpaccio, ma nell’ultima parte della gamba rimangono leggermente più dritti senza aderire perfettamente.

  • REGULAR: Sono i più classici e resistono ai repentini cambi di tendenza. Hanno una gamba piuttosto dritta ed esaltano le forme senza rendere difficili i movimenti.

  • STRAIGHT JEANS: Sono dei Jeans a gamba dritta, non tanto larga. L’ampiezza della gamba rimane invariata dal gluteo sino alla caviglia.

  • KICK FLARE: Aderente sino al ginocchio si allarga all’altezza del polpaccio come fosse una campanella.

  • FLARE JEANS: Sono il modello più scampanato tra tutti. La gamba si allarga a partire dal ginocchio formando una sorta di forma “a campana”.

  • BOOTCUT: A metà strada tra Flare e Straigh, sono meno svasati rispetto ai primi e meno dritti rispetto ai secondi. I Bootcut si stringono leggermente ad altezza ginocchio e poi si allargano nuovamente per accogliere lo stivale (da qui il loro nome), ma senza esagerare.

  • WIDE: Quando la gamba diventa ancora più ampia, pur rimanendo a zampa, possiamo parlare di Wide Jeans. Largo dal gluteo sino all’orlo inferiore, questi pantaloni arrivano sempre a toccare terra. La loro lunghezza rende spesso necessario indossarli con tacchi alti.

  • BOYFRIEND JEANS: Questi Jeans si chiamano così proprio perché sembrano presi dall’armadio di lui. Sono ampi sui fianchi e larghi sulla gamba, hanno la vita alta ed il cavallo basso. Vengono quasi sempre indossati risvoltando l’orlo inferiore.

  • MOM JEANS: Morbidi, ampi e a vita alta. Sono un modello tornato di moda solo negli ultimi mesi. Più slim rispetto ai Boyfriend, hanno anche il cavallo più alto ed un taglio meno maschile.

  • BAGGY JEANS: L’ultima tendenza in fatto di moda, i Baggy Jeans hanno fatto la loro comparsa nel 2019. Ampi dalla vita sino alle caviglie dove si stringono leggermente. Hanno sempre cavallo abbastanza basso e vita piuttosto alta.

bottom of page